LayerSlider

Consulenza fiscale

fiscale asstentenza shiatsu

CONSULENZA FISCALE PER LO SHIATSU

Per avvicinare lo shiatsu studiato allo shiatsu praticato come professione, un servizio professionale e attento di consulenza fiscale eticamente mirata è indispensabile.

La scuola ha riconosciuto nel dott. Boeretto Francesco la persona più opportuna per seguire la carriera dei nuovi allievi che si affacciano al lavoro di operatore shiatsu.

Questa iniziativa è doverosa per far emergere una figura professionale nel mercato.

Fanno seguito, a titolo esemplificativo, un piccolo elenco di azioni da mettere in campo.

Sia che si tratti di mera curiosità o intensa richiesta, contattate:        francesco@boeretto.it

ADEMPIMENTI PREVISTI AL FINE DI ESERCITARE

LA PROFESSIONE DI OPERATORE SHIATSU

Apertura della partita Iva:  necessaria l’iscrizione all’Ufficio IVA al fine di ottenere il numero di partita IVA. Nella dichiarazione d’inizio attività, nel quadro B, deve essere espressa l’eventuale opzione per i regimi agevolati: contribuenti minimi o nuove iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo.

Categoria d’appartenenza: ad oggi l’attività non è riconosciuta né “medica” né  “paramedica”, ma viene ricompresa tra gli “operatori per il benessere  fisico”.

Codice attività Ateco: 96.09.09 altre attività di servizi per la persona nca; tipologia attività: 79 altri trattamenti di benessere fisico.

C.C.I.A.A.: trattandosi di lavoratore autonomo e non di impresa non viene richiesta l’iscrizione alla Camera di Commercio.

I.N.P.S.: è necessaria l’iscrizione alla gestione separata utilizzando il codice attività 26 (attività diversa operatore per il benessere fisico).